Ricetta Polpette di Carne dello Zio Dechigno

Forse non tutti sanno che ho un passato da macellaio.. in realtà l’ho fatto per 6 estati consecutive e per 3 o 4 festività natalizie.

Devo dire che ripenso sempre a quell’esperienza e ringrazio ogni volta i miei genitori per avermi “vivamente consigliato” a darmi da fare sin da giovane e non buttare al vento 2 mesi di vacanza, ma dedicarli per apprendere l’arte.. si imparare a lavorare.

Difatti, oltre ad aver conosciuto persone eccezionali che mi hanno fatto crescere sia professionalmente ma soprattutto come persona, è proprio stando dientro ad un bancone che ho imparato l’interazione col cliente, interfacciarmi coi fornitori e comunicare con capi e colleghi.

Certo poi, collaborando con veri e propri artisti del coltello e della cucina, non potevo che appassionarmi alla materia e apprendere quanto più possibile dai loro insegnamenti, dai loro segreti che rendevano il negozio ogni giorno sempre più pieno, sempre più caldo di persone affamate di nuove bontà da provare.

Fra queste, per mia fortuna, sono riuscito a captare i trucchi per realizzare un ripieno di carne fenomenale che può essere utilizzato per per creare polpette, polpettoni, ripieno per involtini, etc.

Ecco qui quindi la mia ricetta (naturalmente rivisitata personalmente) per le

Polpette di Carne dello zio Dechigno:

Polpette di Carne dello Zio Dechigno - Fatte in casadosi per 4 persone

– 4h di carne vitello tritato
– 2h di carne maiale tritato
– 1h di mortadella tritata (Bologna)
– 2h di prosciutto cotto tritato
– Prezzemolo
– 4 uova
– 70 grammi di parmigiano reggiano tritato
– 70 grammi di pane grattuggiato
– un pizzico di sale
– una spolverata di mix di pepe: bianco e nero

Impastare il tutto e tritarlo nuovamente insieme.. compattarlo e formare le polpette impannandole con il pan grattato rimanente. Friggerle in padella e gustarle.. magari con un bel panino all’olio e un bicchiere di chianti classico.

Gnam.. che fame, domani mi sa che ci scappano.. 🙂

Un abbraccio,
Michele